Interlink Rete Digiland Vs Rete BrandMeister TG 22480

Come in molti saprete, da diversi mesi e’ possibile accedere alla nostra rete Digiland non solo con apparecchi e sistemi DStar, ma anche con Hotspot/Repeater e radio DMR.
I due sistemi “dialogano” grazie ad un server realizzato dagli amici del gruppo Digiland e in funzione da ormai alcuni mesi.
Si tratta di un XLX con software Ver. 2.2.2 che ha due unita’ hardware USB ThumpDV che gli consentono di convertire DStar <> DMR e viceversa.
Il server in questione e’ XLX113 digilandtranscode.homepc.it si tratta di un PC reale e non di un Cloud sul quale e’ stato possibile installare l’hardware a supporto della tecnologia transcode.
Negli ultimi giorni, anche grazie alle richieste degli amici del gruppo Digiland, si e’ pensato di creare un’interconnessione al sistema DMR BrandMeister Mondiale al fine di avere un’accesso diretto anche dai repeater e sistemi connessi a quella rete.
Abbiamo avuto dal gruppo BM, proprietario del server Italiano DMR BM2222, via libera alla sperimentazione del software/hardware prototipo che e’ stato messo a punto. Il sistema e’ stato realizzato al fine di renderci autonomi nella scelta dei TG e dei server da connettere e quindi anche in caso di disservizio ci sara’ possibile connetterlo ovunque noi desidereremo.
La qualita’ dell’interconnessione e’ eccellente, per il momento il prototipo e’ installato su una rete ADSL base e quindi ho dovuto attivare un buffer che genera una latenza molto pronunciata, ma alcuni nostri amici del gruppo Digiland hanno offerto al sistema ospizio sulla loro rete Fibra.
In questa fase sperimentale il sistema sara’ comunque operativo e controllato “a vista” proprio per evitare disservizi sulla rete Italiana BM2222, appena avra’ superato tutti i test funzionali e sara’ in possesso del nominativo per le sperimentazioni, sara’ ubicato nella nuova postazione Fibra.

Ora passo a descrivere la sua funzionalita’.

Dall’esperienza MMDVM e’ stato possibile capire come un Arduino Due fosse in grado di diventare un valido DSP e quindi assolvere all’oneroso compito dell’elaborazione in tempo reale dei dati voce/testo provenienti dai nostri transceiver digitali.
Questa cosa mi ha portato a pensare che l’Arduino Due avrebbe potuto fare un lavoro simile a quello che fanno le chiavette USB ThumpDV acquistate al prezzo di 280,00€ compreso tasse doganali, per realizzare il server XLX113 transcode.
Partendo quindi da hardware piuttosto economico, ovvero 2 x Arduino Due dal costo totale di circa 25,00€ acquista e un Raspberry pi3 che costa sui 30,00€ acquista, si e’ pensato di avviare per due volte il software MMDVMHost, un po’ come si faceva con DStarRepeater, al fine di gestire le due diverse connessioni DMR BM2222 e XLX113 transcode, per poi interconnetterle elettricamente tra di loro grazie ai due Modem MMDVM Arduino Due.
Realizzando la doppia giusta configurazione di MMDVMHost, e’ stato possibile gestire con un solo Raspberry pi3, i due modem e le due connessioni separate BM2223 e XLX113 transcode.
Lato BM2222 e’ stato usato il nominativo IW8ELN e nella sua dashboard di configurazione e’ stato abilitato il TG 22480 statico, quindi si e’ passati a fare le dovute impostazioni di connessione al BM2222 nel primo software MMDVMHost presente nel Raspberry pi3, tutto semplice.
Si e’ poi passati alla configurazione della seconda connessione DMR verso il XLX113.
Fatte tutte le impostazioni, era evidente come questa seconda connessione pur essendo attiva e visibile col nominativo IW8ELN-B su XLX113, non fosse indirizzata alla porta A ovvero la 4001 del reflector.
Questa situazione non consentiva al sistema di connettersi in modo autonomo ai due sistemi e quindi l’interconnessione non avveniva.
A questo punto ho concentrato le mie attenzioni sul software DMRGateway che funziona un po’ come ircDDBGateway, ovvero realizza multi connessioni con porte di default anche su 4 diversi reflector.
Configurando opportunamente DMRGateway e facendolo puntare verso il secondo software MMDVMHost, ho potuto impostare la connessione verso porta 4001 del XLX113.
Il risultato e’ stato quello di ottenere un sistema auto avvio che svolge la funzione di interconnessione richiesta.

Da queste spiegazioni sono certo che in molti capiranno senza ulteriori info, com’e’ possibile realizzare il sistema, ma per chi avesse bisogno dei dettagli per la configurazione del software e dell’hardware, vi invito a verificare l’uscita a breve del prossimo articolo.

73 de IW8ELN Roberto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...