TYT MD-380 e la ricarica infinita

Con questo articolo voglio illustrare come correggere con pochissima spesa (e lavoro) il problema della ricarica infinita del pacco batterie del TYT MD-380, che per un difetto di progettazione del circuito di ricarica impiega fino ad 11 ore per raggiungere una ricarica completa!

Giunto ormai alla terza ricarica della batteria del mio nuovo TYT MD-380, non riuscivo a capire perchè ci volessero circa 11 ore affinchè fosse completamente carico. Un tempo decisamente esagerato per una batteria di nuova generazione!
Effettuando delle ricerche in rete, ho trovato questo articolo scritto da DL4YHF che evidenzia il mio stesso problema e propone diverse piccole soluzioni per risolverlo.
Come egli stesso spiega nel suo articolo, il problema è dovuto all’eccessiva tensione di uscita dalla base di ricarica (8,57volt) rispetto a quella nominale (8,4volt). Il pacco batterie, essendo costituito da 2 celle al litio da 4,2volt ciascuna, può sopportare al massimo una tensione di ricarica di 8,4volt; ricaricarlo ad una tensione maggiore non porta ad una maggiore autonomia ma, anzi, ne accorcia la sua vita operativa distruggendo a lungo termine le celle al litio. Ecco la tensione effettivamente misurata alla base di ricarica prima della modifica:

md380-volt-prima

Ho adottato la prima soluzione proposta, cioè quella di aggiungere in parallelo alla resistenza “R4” (presente sulla scheda posta all’ interno della base di ricarica) un’altra resistenza del valore di 390Kohm per abbassare la tensione di riferimento che giunge al chip regolatore “U1”:

md380-charger-prima

Ecco un’immagine della scheda di ricarica a modifica ultimata:

md380-charger-dopo

Richiuso il contenitore e rialimentato il circuito, la tensione d’uscita è finalmente rientrata nei valori nominali:

md380-volt-dopo

Con questa semplice modifica, la durata di una ricarica completa adesso è di circa 5 ore; tempo più che accettabile per un pacco batterie di 2000mAh !

Buone sperimentazioni a tutti
Giuseppe IW7DVM

Annunci